UniCredit Pavilion, Milano

  • Committente: UniCredit Business solution
  • Anno: 2015
  • Città: Milano

UniCredit ha acquisito da Hines il sito E3West così da poter sviluppare un edificio simbolo e multifunzionale che potesse rispondere sia alle esigenze dei propri clienti, sia alle esigenze della città, offrendo nuovi spazi per eventi speciali. Il tema della trasparenza e quindi della percezione tra interno ed esterno è alla base di tutto. Data la facciata in vetro e la struttura in legno lamellare, è stato creato un sistema di schermatura solare orizzontale per ridurre l’apporto solare e controllare l’intensità della luce negli spazi. L’edifico è separato dalla pavimentazione della piazza come se vi giacesse sospeso e pronto a staccarsi in qualsiasi momento verso destinazioni ignote.

Il sollevamento del livello piano terra interno di 110 cm rispetto alla quota esterna del podio separa la struttura dall’area circostante ed enfatizza la personalità e il senso di leggerezza dell’edificio. Per accentuare la morbidezza delle forme la struttura di centine verticali e le travi in legno lamellare del soffitto sono isolate dai
volumi interni che racchiudono tutta la circolazione verticale, i servizi igienici e le condotte impiantistiche principali. La principale struttura portante in legno lamellare è composta da 53 colonne centine verticali collegate alle travi ad anello perimetrali che sono integrate all’interno della base del podio. La copertura è costituita da un’unica superficie continua grazie all’uso di pannelli “Multiplan” di 50mm + 20mm di spessore.

L’E3West, è stato collocato a cavallo di due edifici esistenti e tale circostanza ha palesato notevoli complicazioni progettuali risolte poi con la definizione di un articolato deck fondazionale posizionato a livello piazza che ha permesso di risolvere tale problematica. In particolare, la scelta strutturale di realizzare un edificio isolato con sistemi di appoggio di tipo antisismico, ha reso il nuovo E3West un oggetto realmente appoggiato sul podio esistente concretizzando il “sasso” pensato dall’Architetto nel concept progettuale iniziale. Il nuovo edificio al piano terra ospita un Auditorium polifunzionale e modulabile utilizzabile per convegni, proiezioni e spettacoli. La flessibilità degli ambienti, la duttilità d’uso con le sue diverse configurazioni può ospitare fino a 700 persone. La struttura si apre all’esterno con la creazione di grandi porte “hangar” che apriranno lo spazio principale dell’auditorium al piano terra verso il parco e verso il podio con due porte, alte circa 5 m e larghe circa 12 m, che una volta aperte diventeranno grandi schermi di circa 400” e permetteranno alle persone sedute nel parco di seguire i concerti e gli eventi. Per aumentare l’articolazione e la flessibilità dello spazio e per avere la possibilità di esporre opere d’arte all’interno
dell’edificio, è stata introdotta una passerella metallica che segue il perimetro dell’auditorium.

I visitatori possono accedere alla passerella dalla scala elicoidale che si trova nella parte ovest dell’edificio, da una piattaforma elevatrice o dal corridoio principale al livello del primo piano.

La struttura della passerella è in parte a sbalzo e in parte sorretta dalle centine e dalla struttura della facciata. Grazie all’utilizzo di una pavimentazione in grigliato e di un parapetto a rete metallica, la passerella ha un’apparenza di grande leggerezza.

Sulla sommità dell’edificio, una Lounge estremamente luminosa e con una vista unica sul parco potrà ospitare fino a 110 persone per incontri più ristretti, conferenze stampa, eventi di vario tipo interni ed esterni. L’edificio ospiterà un nido d’infanzia al servizio dei dipendenti, ma aperto anche alla comunità, che potrà accogliere 50 bambini da 0 a 36 mesi. Il disegno del nido, che presta grande attenzione all’ambiente, all’uso di materiali ecologici e all’innovazione, è stato sviluppato in collaborazione con Reggio Children.

apri post