Complesso residenziale “Antica Roma”, Roma

  • Committente: Tor Carbone Costruzioni Residenziali srl
  • Anno: 2004
  • Città: Roma

Gli edifici residenziali in Tor Carbone a Roma sorgono nell’omonima lottizzazione a ridosso della via Ardeatina e del Parco dell’Appia Antica, uno dei più straordinari luoghi in cui archeologia e paesaggio si fondono. È caratteristica comune a tutti gli edifici realizzati il protendersi verso questi notevoli affacci sul Parco e sui profili dei Castelli Romani. La stessa area della lottizzazione è mossa in modo tale da rendere più interessante lo sviluppo dell’insieme. Le tipologie degli edifici sono varie, ma alcuni elementi le accomunano, come l’utilizzo del paramento in mattone faccia a vista che oltre a richiamare il contesto archeologico proprio dell’Appia Antica offre garanzie di stabilità nel tempo. Altro elemento comune degli alloggi sono le ampie terrazze che consentono, grazie al clima tipico di Roma, di utilizzarle come vere e proprie stanze all’aperto per molti mesi

dell’anno. Gli alloggi sono tutti di ampia metratura con tagli mossi e doppi affacci che consentono oltre ad una migliore illuminazione, una ventilazione trasversale. Gli alloggi sono progettati per destinare alla cucina uno spazio di rilievo che permetta di darle il ruolo di punto d’incontro della vita familiare. Grazie alle
sistemazioni dei giardini e dei sottotetti ogni alloggio trova un suo scorcio particolare. Ogni alloggio è dotato di boxauto. In particolare il lotto Z33 si caratterizza per la destinazione mista; sono presenti uffici al piano terra mentre i due piani superiori ospitano degli appartamenti. Gli uffici hanno delle ampie finestrature che affacciano su un giardino interno arricchito con piante ed alberi di varie specie. Caratteristica degli
edifici è l’andamento dei tetti che intersecano vari piani di falda
con terrazzi e torrini.

Complesso residenziale e commerciale “Romanina”, Roma

  • Committente: in proprio
  • Anno: 2008
  • Città: Roma

L’intervento residenziale è compreso all’interno del “Piano di Zona – Romanina” nella periferia est di Roma ed è costituito da tre palazzine e da un piccolo edificio a destinazione commerciale. Gli edifici residenziali, di quattro piani fuori terra, sono organizzati con quattro appartamenti per piano ed ogni appartamento si compone di due camere da letto, due bagni, cucina e soggiorno, fatta eccezione per gli alloggi del primo piano in cui è prevista una sola camera da letto. Questa anomalia diventa un elemento caratteristico dei prospetti degli edifici. Gli appartamenti, oltre a rispettare tutti i requisiti minimi dettati dalla normativa per gli interventi residenziali di questo tipo, hanno materiali ed impianti tecnologici di assoluta qualità e sono rifiniti con elementi scelti con estrema cura. Ogni edificio ha, infine, un piano interrato occupato da cantine e da un garage privato. L’intervento è completato da un piccolo edificio con destinazione commerciale che caratterizza il complesso verso la principale strada di accesso e da un giardino, arredato con alberi di alto fusto e dotato di percorsi pedonali e ciclabili, che occupa le aree esterne del lotto.

Complesso residenziale “Gli Attici”, Roma

  • Committente: in proprio
  • Anno: 1993
  • Città: Roma

Due edifici gemelli nel cuore del quartiere EUR costituiscono un complesso immobiliare di grande prestigio realizzato nell’obbiettivo di offrire il massimo del confort e un elevato livello estetico, avendo cura in tutti i dettagli sia interni che esterni. Tutti gli appartamenti hanno dotazioni di alto livello e finiture di pregio come ad esempio i camini in muratura, i parquet e i marmi che rivestono i pavimenti, i terrazzi ampi e luminosi e i bagni rivestiti con marmi pregiati. A tutto ciò si affianca una dotazione impiantistica di primo livello che assicura un confort e una sicurezza totale. Allo stesso modo gli spazi esterni, come il giardino e il patio e tutti i percorsi, sono caratterizzati dalla presenza di aiuole e di piante ad alto fusto. Essi sono impreziositi da pavimentazioni in porfido e di marmi pregiati, e sono arricchiti dalla presenza di fontane e di statue in legno. Le scale interne hanno un andamento sinuoso accompagnato da ringhiere di ferro battuto.

Complesso residenziale e commerciale a Grosseto

  • Committente: Realgiove srl
  • Anno: 2004
  • Città: Grosseto
  • ATI Joint venture: Italiana Costruzioni spa, Stile spa, SAC spa

L’isolato realizzato a Grosseto è localizzato in un “vuoto urbano”: un area centrale della città con tessuto novecentesco abitativo di pregio ed uffici di importanza cittadina. L’intervento ricuce il tessuto circostante consentendo di realizzare un ampio spazio interno destinato a Piazza fruibile come spazio pubblico protetto. La cubatura fuori terra è di 30.980 mc, metà destinata ad uffici e metà destinata a residenze, mentre l’intero piano terra è occupato da spazi commerciali. Sono stati realizzati due piani di garage interrati di cui uno ad uso pubblico e l’altro ad uso privato. L’edificio ha caratteri diversi a seconda della destinazione: i fronti ad uffici sono elementi verticali a nastro mentre le residenze sono caratterizzate da balconi con affaccio sulla piazza interna e piccole logge sui fronti strada. Il materiale dominante è in ambedue gli interventi, intonaco tinteggiato a colori chiari come gli edifici circostanti. Anche la copertura a falde in coppi è inerente il contesto. In copertura sono stati realizzati dei piccoli alloggi sottotetto con terrazzini ed affacci panoramici. Massima cura è stata posta nella realizzazione della “Piazza” pavimentata in sestini a spina di pesce ed organizzata intorno a due fontane gemelle in travertino. La sistemazione del verde della piazza che utilizza bosso e lavanda è perimetrata da panchine in cemento pigmentato. Il perimetro della piazza è costituito da un porticato sul quale affacciano i negozi del piano terra e gli androni delle residenze.

Complesso residenziale e commerciale a Bufalotta, Roma

  • Committente: Tor Carbone Costruzioni Residenziali srl
  • Anno: 2006
  • Città: Roma Bufalotta

L’intervento progettuale riguarda la realizzazione di un complesso residenziale e direzionale per complessivi 19.000 mc. In considerazione delle caratteristiche morfologiche dei luoghi e del tessuto edilizio esistente, la progettazione ha portato alla proposta di un complesso di fabbricati che si integrassero con le emergenze naturali ed edificate dei luoghi circostanti. L’intero progetto si sviluppa longitudinalmente al fine di costituire un elemento cerniera tra la borgata esistente Cinquina, i nuovi insediamenti posti lungo via Tor San Giovanni, il complesso scolastico e la parte est della borgata. Di qui la scelta di utilizzare, per la parte a destinazione residenziale, una tipologia di case unifamiliari a patio, da ubicare lungo il lato sud del lotto, in continuità tipologica ed altimetrica con i fabbricati fronteggianti; sul lato opposto, a costituire un elemento di testata dell’intera borgata è stato edificato un edificio in linea articolato in tre blocchi omogenei per trattamento formale degradanti per meglio adattarsi alla naturale pendenza del terreno, costituito da tre piani fuori terra. Gli edifici direzionali e commerciali svolgono il ruolo di “testata” orientale dell’area occupata dagli edifici residenziali, articolati in due unità plurifunzionali che si fronteggiano dando vita a uno spazio a uso pubblico e in un edificio ad L che rappresenta una quinta costruita della zona di verde pubblico, situata  all’estremo nord est del comprensorio, e adibita a parco.

Edifici per uffici “Antica Roma” – Commissariato, Roma

  • Committente: Tor Carbone Costruzioni Residenziali srl
  • Anno: 1999
  • Città: Roma

All’interno della lottizzazione di Tor Carbone a Roma, a ridosso della via Ardeatina e del Parco dell’Appia Antica, sorge un comparto destinato a uffici e servizi accessibile da Via di Grotta Perfetta. L’edifico principale è destinato ad ospitare il locale Commissariato di Polizia e segue, nel linguaggio, il tema che caratterizza tutta l’edificazione di questa vasta zona. Due corpi di fabbrica convergenti individuano una corte interna, sistemata a verde, che costituisce lo spazio attorno a cui ruota tutta la struttura del progetto. Corpi vetrati danno luce naturale ai piani interrati e una scansione ritmica di arcate di mattoni, elemento ricorrente in tutti edifici della zona,filtrano il rapporto tra interno ed esterno utilizzando il riferimento formale dei grandi acquedotti romani che arricchiscono il paesaggio del Parco dell’Appia Antica.

X